Che tu sia il titolare di un’impresa, un libero professionista o un dipendente sai benissimo quanto è importante la pausa pranzo per ricaricare le energie.

Ma hai mai pensato a quali sono le opzioni per sfruttarla al meglio?

Continua a leggere per 2 sane e gustose alternative

La pausa pranzo un momento di relax

I dottori concordano su quanto sia importante avere tempo per fare una pausa pranzo rilassante e soddisfacente in ufficio. Ciò permetterebbe ai lavoratori, compresi i titolari, di riposarsi dopo la prima parte della giornata e di affrontare meglio la seconda parte.

Di frequente però gli impegni lavorativi, le call che durano più del previsto e la fretta di finire le mansioni della mattina non permettono una pausa pranzo ottimale.

Organizzandosi bene e con i giusti tool tuttavia si può migliorare sensibilmente la pausa pranzo di tutto l’ufficio.

Pausa pranzo regolamentazione

Grazie al dgls n. 66/2003 la pausa pranzo è un diritto sancito dalla legge ed è prevista quando l’orario di lavoro eccede le 6 ore continuative. Secondo la normativa vigente, la durata minima per la pausa è 10 minuti ed è definita in molti casi dal CCNL di riferimento dei dipendenti. Quando tale indicazione non è presente sul contratto invece è il datore di lavoro che stabilisce durata e orario. Per gli operai di solito si tratta di mezz’ora mentre per gli impiegati mediamente viene prevista un’ora di pausa tra le 13:00 e le 14:00.

Pausa pranzo e alimentazione sana

Per molti avere solo un’ora o addirittura solo mezz’ora a disposizione significa dover mangiare fuori e velocemente tutti i giorni. Per questo motivo spesso i lavoratori ricadono su scelte poco salutari e pasti pronti di scarsa qualità.

Tale pratica può, a lungo andare, danneggiare la salute delle persone che ne risentiranno non solo nella propria vita privata ma anche quella lavorativa sarà intaccata. I lavoratori devono quindi stare attenti ai pasti consumati in ufficio e i datori di lavoro devono essere in grado di fornire le opzioni migliori per far sì che i propri dipendenti siano sempre produttivi e al massimo delle loro forze.

Un consiglio per i lavoratori e sicuramente quello di prediligere cibi naturali (frutta, verdura, legumi ecc) e di variare spesso la propria dieta. In questo modo si eviteranno tutti quei cibi che rendono letargici e appesantiscono corpo e mente. Inoltre sarebbe importante non mangiare alla scrivania davanti al pc. Allontanarsi dalla postazione infatti aiuta a rilassarsi e fare una pausa pranzo più sana.

Perché fare una pausa pranzo sana

Avere accesso e scegliere una pausa pranzo sana e gustosa ha tanti vantaggi sia per il dipendente stesso che per l’azienda per cui lavora. Vediamone alcuni:

  1. Incremento della concentrazione;
  2. Riduzione dello stress;
  3. Miglioramento dell’umore;
  4. Aumento della produttività;
  5. Maggiore capacità di lavorare in gruppo;
  6. Relazioni più positive con i colleghi;
  7. Maggiore inclinazione alla risoluzione dei problemi.

Le 2 opzioni per una pausa pranzo sana e conveniente

Anche i datori di lavoro possono fare la loro parte per migliorare non solo la qualità della pausa pranzo dei dipendenti ma anche la loro. Nei prossimi paragrafi proporremo due alternative sane e gustose per una pausa pranzo in ufficio che migliori la produttività generale e contenga i costi.

Foorban: il distributore automatico per una pausa pranzo gustosissima

Foorban è la soluzione quando si vuole coniugare praticità e gusto in pausa pranzo. Questa azienda infatti nasce con l’obiettivo di rendere accessibili a tutti pasti sani ma pronti.

Avere un Foorban Fridge in ufficio vuol dire dotare la sala relax di un frigo smart (che occupa circa un metro quadrato) da cui si possono acquistare tramite un QR code o un’app pasti pronti. La caratteristica unica di questa offerta è la ricerca e la qualità con cui vengono creati e cucinati i piatti. Infatti con l’aiuto di uno chef nutrizionista, Foorban propone solo cibi di stagione, vari e soprattutto sempre completi.

Un datore di lavoro che sceglie Foorban sceglie uno stile di vita sano per sé e per i propri dipendenti. Inoltre migliorerà notevolmente la propria immagine aziendale rendendosi più appealing per nuovi collaboratori di talento.

Buoni pasto: i tickets per una pausa pranzo conveniente

Un’altra opzione che si presenta ai datori di lavoro è quella di erogare ai propri dipendenti i buoni pasto. Questi sono dei ticket che si sostituiscono al servizio di mensa e che sono estremamente convenienti per le aziende che li erogano grazie agli sgravi fiscali previsti per i buoni pasto. Inoltre in questo modo i dipendenti potranno scegliere una serie di locali convenzionati che propongono anche pasti salutari senza avere il problema del costo troppo alto.

A seconda delle esigenze dei dipendenti ci sono molti fornitori tra cui le aziende possono scegliere. 3 tra i più affidabili e diffusi sono:

  1. Day Buoni Pasto del fornitore Up Day.
  2. Buoni Pasto Yes Ticket del fornitore Yes!Ticket
  3. Tickets Restaurant Edenred del fornitore Edenred.
Share This